IL GUARDAROBA NO IDEALE,MA REALE #iorestoacasafase2

L'ARMADIO

Se state progettando di cambiare look, rifarvi l’armadio o se semplicemente state cercando idee per nuovi abbinamenti la cosa che per prima vi verrà di fare sarà andare su Pinterest e osservare le meravigliose foto.
Quindici possibili abbinamenti per il pantalone beige, la camicia bianca declinata in mille modi, capsule wardrobe minimali e adatti a ogni occasione, palette di colori perfettamente abbinate, esempi di come con 4 capi si possano fare innumerevoli combinazioni. Tutto sembra bellissimo e facile, peccato che in realtà non lo sia.

Se per vestirsi bastasse prendere i vestiti e accostarli vicino come fossero figurine fino a che il risultato non ci soddisfa esteticamente allora non si spiegherebbero le difficoltà che molte persone hanno ogni giorno.
Come immaginerete però questi esempi non tengono mai conto della forma del corpo, dei colori o dello stile che vi dona, come potrebbero? Sono tendenzialmente capi di moda o “must have” abbinati tra loro. Ma non è solo quello il problema, bisogna tenere conto della vita quotidiana che ognuno di noi vive.

Perciò, sì, anche questa volta la vita vera si scontra con Pinterest, ma la vita vera deve vincere sempre quindi non fidatevi delle belle immagini o cercatene qualcuna che abbia più attinenza con la realtà.Vi ricordo che potete chiedermi aiuto a creare il vostro guardaroba non ideale, ma reale a partire da voi!

IN INGLESE SI DICE "ONE SIZE"

In inglese si dice “One size, fits all” che tradotto letteralmente significa “Una taglia che entra a tutti”. Il concetto è che un capo viene prodotto in un’unica taglia e quella taglia andrà bene a tutti. In realtà in Italia si limitano a chiamarla, con meno presunzione, “taglia unica” e che potremmo tradurre con “C’è solo questa taglia qui, se non ti va bene ti attacchi al tram!”.

Si tratta di un concetto che ovviamente è limitante, non inclusivo e che va a solo vantaggio di chi produce non di chi compra. Un concetto molto adatto alla moda low cost, al fatto che è il nostro corpo che deve adattarsi ai vestiti e non il contrario perché i vestiti sono quelli e quindi se non ci stai è un problema tuo. Certo, con i nuovi tessuti più morbidi ed elasticizzati che ci sono in giro c’è più adattabilità ma, insomma, fino a un certo punto.

So che anche da sole riuscite a capire che il concetto di taglia unica è stupido e irreale ma so anche che, nonostante questo, quando vi ritrovate davanti a un capo taglia unica la frustrazione affiora, dentro di voi fa capolino quella voce che dice “Se fossi più magra/alta/avessi più seno/meno fianchi allora…”. Ed è per questo che mi arrabbio con chi ci propone la taglia unica, perché per facilitarsi il lavoro ci fa sentire sbagliate con noi stesse.

ON LINE

Vuoi sapere quali capi ti donano e non sbagliare acquisti?

Vuoi cambiare look ma non sai dove iniziare e ti senti a disagio con capi diversi dal solito?

Vuoi un armadio funzionale con pochi capi che si abbinino tra loro?

Una consulenza online,che ti faccia osservare il tuo corpo e ti aiuti per rendere in ogni modo GIUSTIZIA AI TUOI PREGI e anche minimizzare le parti di te che ti piacciono meno.

Share on Social:
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.